iENTRANCE@ ENL
Paragrafo

INRiM partecipa attivamente alla Missione 4: Istruzione e ricerca, Componente 2: Dalla ricerca all’impresa, Investimento 3.1, che mira a promuovere l’innovazione e la diffusione delle tecnologie, a rafforzare le competenze e a favorire la transizione verso un'economia circolare, anche attraverso interventi volti alla creazione o al potenziamento di Infrastrutture di Ricerca. 

In quest'ottica nasce  la "Infrastructure for Energy Transition and Circular Economy @ EuroNanoLab iENTRANCE@ ENL, si propone di diventare l’infrastruttura di ricerca di riferimento a livello italiano per la ricerca su:

  1. Nanomateriali per l'energia; 
  2. Processi e dispositivi per la produzione di energia verde, stoccaggio e gestione;
  3. Caratterizzazione e metrologia su micro e nanoscala; 
  4. Tecnologie per la realizzazione di dispositivi e sistemi.

L'infrastruttura, coordinata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), è formata da INRiMPolitecnico di Torino, Università di Bologna, Università di Roma La Sapienza, Università di Roma Tre ed è strutturata in 6 nodi geografici (Bologna, Torino, Roma, Napoli, Potenza e Catania) riconosciuti a livello internazionale in aree di ricerca complementari coordinati da un unico hub centrale. 

Titolo
Il nodo di Torino

Nel nodo di Torino, l'INRiM, insieme al Politecnico di Torino, si occuperà di materiali, processi sostenibili e sistemi, inclusa la loro caratterizzazione metrologica, per la transizione energetica e l'economia circolare.

Una iniziativa strategica in grado di mettere a sistema le competenze del Politecnico con quelle in campo metrologico di INRiM nella sintesi di nanomateriali funzionali e nella loro lavorazione per:

  • produzione e utilizzo di idrogeno per la cattura e la valorizzazione dell’anidride carbonica;
  • raccolta di energia rinnovabile lontano dalla costa (offshore);
  • dispositivi elettrochimici impiegati nella conversione e stoccaggio dell’energia;
  • stoccaggio sotterraneo di vettori energetici.

In particolare, l’INRiM metterà a disposizione le competenze metrologiche nello studio delle proprietà magnetiche, elettriche, ottiche e termodinamiche della materia, che si integrano per la realizzazione di standard quantistici delle unità di misura, nonché per materiali innovativi e dispositivi nanostrutturati tipici delle tecnologie emergenti, come la fotonica, la spintronica e la nanoelettronica.

La sinergia tra il Politecnico di Torino e l’INRiM si esprime nel laboratorio congiunto di micro e nano fabbricazione PiQuET impiegato nel potenziamento della ricerca per la transizione energetica.

Correlati
Titolo
Per approfondire
Immagine
iENTRANCE@ENL - Logo
Titolo
Per approfondire
Immagine
copertina video PIQueT