Temperatura

Termometria primaria a contatto

Il laboratorio provvede alla realizzazione, mantenimento e disseminazione dei campioni nazionali di temperatura per contatto, cioè della Scala di Temperatura Internazionale (STI-90) del 1990 fino a 962 °C. La scala prevede un numero limitato di transizioni di fase (punti tripli, punti di fusione e punti di solidificazione) denominati punti fissi e, come strumento di interpolazione, il Termometro Campione a Resistenza di Platino (Standard Platinum Resistance Thermometer, SPRT).

Le due sezioni del laboratorio, Criogenia e Temperature Intermedie, si distinguono per il tipo di termometro utilizzato e il tipo di punti fissi:

  • il laboratorio di Criogenia opera nel campo sotto 0 °C (4 K - 273.15 K), realizza i 4 punti fissi gassosi definiti nel campo e si occupa dei SPRT a capsula, che vengono montati all'interno dei criostati;
  • la parte Temperature Intermedie tratta il campo di temperatura da - 196 °C a + 962 °C utilizzando SPRT a stelo che si inseriscono nei 9 punti fissi definiti nel campo e montati in appositi criostati/termostati/forni.
Termometria in criogenia

Per i termometri campione a capsula si offrono tarature nei seguenti subrange (taratura da concordare):

  • Idrogeno (13.8033 K) - H2O;
  • Neon (24.5561 K) - H2O;
  • Ossigeno ( 54.3584 K) - H2O;
  • Argon (83.8058 K) - H2O.

Inoltre si possono eseguire tarature di celle punto fisso.

Temperature intermedie

Per i termometri campione a stelo si offrono tarature nelle seguenti combinazioni di subrange:

  • H2O (0.01 °C) - Gallio (29.7646 °C); Mercurio (-38.8344 °C) - Gallio; Argon (-189.3442 °C) - Gallio;
  • H2O - Indio (156.5985 °C); Argon - Indio;
  • H2O - Stagno (231.928 °C); Argon - Stagno;
  • H2O - Zinco (419.527 °C); Argon - Zinco;
  • H2O - Alluminio (660.323 °C); Argon - Alluminio;
  • H2O - Argento (961.78 °C).

Inoltre si possono eseguire tarature di celle punto fisso.

termometria industriale per contatto

L'INRIM si occupa della disseminazione del kelvin, l’unità di misura della temperatura, sulla base della Scala di Temperatura Internazionale STI-90, con tarature per confronto di termometri a resistenza, termocoppie e catene termometriche  (indicatori digitali con sonde) nel campo da -196 °C a 1530 °C.

L’attività si basa su oltre 50 Capacità di misura e taratura (CMC) riconosciute a livello internazionale ed incluse nell'appendice C (http://kcdb.bipm.org/AppendixC) dell'Accordo di Mutuo Riconoscimento del CIPM (MRA).

L'INRIM organizza periodicamente confronti inter-laboratorio (ILC) secondo la IEC 17043, per la taratura di termometri e a supporto della rete dei laboratori accreditati, risponde a specifiche richieste su problemi di metrologia termica applicata provenienti da soggetti pubblici o privati attraverso la formazione, la partecipazione a progetti di ricerca e di collaborazione industriale.

contatti
termometria a radiazione
Laboratorio di termometria a radiazione industriale

L'INRIM provvede alla disseminazione con tecniche per radiazione, sia verso altri NMI o centri di ricerca sia verso i laboratori di taratura accreditati o direttamente verso gli utilizzatori finali, dell’unità di misura della temperatura (kelvin) con riferimento alla Scala di Temperatura Internazionale (STI-90). Il laboratorio effettua tarature di:

  • celle corpo-nero per punti fissi tra l’indio e il rame;
  • termometri a radiazione monocromatici: taratura primaria secondo le prescrizioni della STI-90;
  • termometri ad infrarosso di precisione: taratura ai punti fissi tra l’indio e l’argento;
  • termometri a radiazione infrarossa per impiego industriale (nel campo di temperature compreso tra -30 °C e 1500 °C);
  • misuratori di flusso termico radiativo per elevati livelli di irraggiamento (tra 10 kW/m2 e 120 kW/m2).

L'INRIM inoltre fornisce consulenza su specifiche problematiche di misura nei diversi settori applicativi delle misure termiche con tecniche di misura senza contatto anche attraverso progetti di ricerca e contratti industriali dedicati.

Ultima modifica: 24/07/2019 - 12:35