Gravità terrestre misurata per la prima volta con un orologio ottico trasportabile

19/02/2018

Possono fare molto di più che misurare il tempo. E lo possono fare direttamente sul campo. Sono gli orologi ottici, ovvero gli orologi atomici di nuova generazione, che ora è possibile usare anche fuori dai laboratori, dove rivelano le loro potenzialità come sensori ultrasensibili per le misure di geodesia, e non solo.

Un team internazionale composto da studiosi di tre istituti metrologici nazionali, l'INRIM per l'Italia, l'NPL per il Regno Unito e il PTB per la Germania, ha appena completato un esperimento al Laboratorio Sotterraneo di Modane, presso il Monte Fréjus, utilizzando il primo orologio ottico trasportabile per misurare la gravità terrestre.

Grazie a un collegamento in fibra ottica lungo 150 km, la misura del potenziale di gravità dell'orologio ottico portato sotto la cima del Fréjus, a 1300 metri di altitudine, è stata confrontata con quella degli orologi atomici dell'INRIM, la fontana atomica al Cesio e un orologio ottico all’itterbio, situati a 90 km di distanza, a Torino, a un dislivello di circa mille metri rispetto al laboratorio di Modane.

Per ulteriori dettagli leggi il comunicato stampa.

 

Ultima modifica: 26/03/2018 - 17:08