Infrastruttura Metrologica Per la Sicurezza Alimentare

L’Infrastruttura Metrologica Per la Sicurezza Alimentare IMPreSA ha l’obiettivo di garantire il rispetto delle normative internazionali e di essere di supporto alle aziende per le misure necessarie allo sviluppo di materiali innovativi per l’imballaggio alimentare. Essa fornirà un supporto ai soggetti attivi nel settore che devono rispondere sia alle richieste di verifica da parte delle autorità di controllo sia alla tutela del consumatore.
L’infrastruttura, al fine di garantire la sicurezza alimentare, fornirà competenze scientifiche, strumentazione analitica e supporto metrologico per il controllo e lo sviluppo di materiali destinati all’imballaggio alimentare.
Le due macro-aree d’interesse sono:

  • Controllo e sicurezza: determinazione di sostanze non intenzionalmente aggiunte nel materiale di imballaggio (NIAS, Non-Intentionally Added Substances) e della loro possibile migrazione negli alimenti.
  • Sviluppo di nuovi materiali: sviluppo di materiali di imballaggio attivi per aumentare la shelf-life dei prodotti e garantire la sicurezza alimentare

INRiM come ente capofila del progetto metterà a disposizione spazi e impianti per realizzare l’infrastruttura, e darà il supporto metrologico. Coordinerà i diversi partecipanti del progetto sia dal punto di vista scientifico/tecnologico sia dal punto di vista finanziario, garantendo lo svolgimento del progetto e la verifica dei risultati ottenuti. Inoltre, contribuirà al progetto per la ricerca di MOCA (Materiali e Oggetti a contatto con Alimenti) negli alimenti, focalizzandosi sullo sviluppo di metodi analitici sensibili e specifici per la determinazione, nel food packaging, di nano particelle metalliche (NPs). verranno anche  sviluppate tecniche analitiche ufficiali per l’individuazione di MOSH (idrocarburi saturi, sia lineari che ramificati) e MOAH (idrocarburi aromatici, costituiti da uno o più anelli benzenici), olii minerali derivati dal petrolio.

Il Laboratorio contaminanti ambientali e il Laboratorio Istopatologia dell’IZSTO collaborerà nell’analisi di controllo degli alimenti e degli imballaggi destinati al contatto con gli alimenti, per garantire che siano conformi alla norma, dal punto di vista sia della sicurezza alimentare sia della provenienza di origine.   Il Centro di Ricerca per l’Enologia e l’Agricoltura CREA metterà a disposizione le proprie conoscenze sul packaging in ambito enologico. In particolare studierà le problematiche relative alla determinazione di contaminanti in vino, l’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante CNR-IPSP contribuirà allo sviluppo di composti naturali alternativi agli agenti chimici con proprietà antimicrobiche e antiossidanti e che sono riconosciuti come sicuri nelle concentrazioni utilizzate nei prodotti alimentari. L’Istituto Scienze delle Produzioni Alimentari CNR-ISPA ha competenze nell’ambito della proteomica, con consolidato background nell’ambito dell’applicazione della spettrometria di massa all’analisi delle proteine e dispone strumentazioni e competenze utili alla determinazione del profilo composizionale degli alimenti e della presenza di contaminanti quali micotossine.

La nuova parte della IR sarà localizzata all’interno dell’INRIM, nell’area di ricerca sita in Strada delle Cacce 91 a Torino, edificio B secondo piano. Qui verranno installate rispettivamente lo spettrometro a risonanza magnetica nucleare (NMR 600 MHz) , Spettrometro di massa  LC ad alta risoluzione accoppiato ad un sistema di cromatografia liquida al alte prestazioni (HPLC-HRMS)  ‐ Ion Trap Orbitrap basata sulla tecnologia Orbitrap, per l’analisi di molecole organiche anche in tracce, Asymmetric Flow Field‐Flow Fractionation (AF4), quale metodo di separazione e caratterizzazione di nano‐particelle, Single‐Particle Inductively Coupled Plasma – Mass Spectrometry (SP‐ICP‐MS) utilizzato nella caratterizzazione e nella misurazione di metalli in tracce e di nanoparticelle inorganiche a base di metalli,  spettrometro di massa con risoluzione isotopica accoppiato a gas cromatografo e ad analisi elementare (GC/EA ‐IRMS) per l’analisi isotopica a supporto di studi sulla provenienza di origine degli alimenti. Nella stessa Area di Ricerca presso IPSP la camera di crescita e la centrifuga.
L’infrastruttura avrà altre sedi presso il Centro di Ricerca Viticoltura-Enologia di Asti (CREA-VE) e Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Torino (IZSTO). Presso quest’ultimo verrà installato la Ultra-high performance liquid chromatography tandem mass spectrometry (UHPLC-MS/MS) di nuova acquisizione dedicata alla misure di controllo ufficiali.

Campi di applicazione
●    Track-chain
●    Food safety
●     Food control
●     Food metrology
●    Go-to-market
●    Food sustainability
Modalità di accesso
●    Utilizzo autonomo da parte di utenti esterni
●    Utilizzo da parte di utenti esterni assistito da personale tecnico interno
●    Servizio fornito da personale interno (senza intervento di utenti esterni)
Dove si trova
Laboratorio IMPreSA, Divisione di Metrologia Quantistica e Nanotecnologie
Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, INRiM
Strada Delle Cacce, 91 – Torino
L’infrastruttura avrà altre sedi presso il Centro di Ricerca Viticoltura‐Enologia di Asti (CREA‐VE) e Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Torino (IZSTO).
Contatti
a.rossi@inrim.it, c.portesi@inrim.it

Ultima modifica: 01/02/2021 - 17:21